Libro di Samorini

animali shakeE’ uscito il nuovo libro:

Samorini Giorgio, 2013, Animali che si drogano, Edizione totalmente riveduta e aggiornata, Shake Edizioni, Milano, 176 pp., ISBN 978-88-97109-30-3.

Mucche che si cibano solo di droghe, capre che perdono i denti a furia di raschiare dalle rocce licheni psicoattivi, scimmie che si mettono in bocca grossi millepiedi per ottenere un effetto esilarante simile al popper, uccelli che si danno a enormi sbornie collettive, gatti che assumono afrodisiaci vegetali prima di copulare, formiche che allevano coleotteri per i loro essudati inebrianti, fiori che ricompensano i loro insetti impollinatori con delle droghe invece che col solito nettare. La credenza che lo “sporco” comportamento di drogarsi sia specifico della specie umana è oramai solamente una delle tante favole inventate dall’antropocentrismo di cui è afflitta la cultura occidentale.

Gli animali si curano. Gli animali si drogano. Gli animali hanno comportamenti sessuali privi di fini procreativi, inclusa l’omosessualità. Gli animali hanno una coscienza. Tutte affermazioni ormai supportate da un’ampia mole di dati scientifici, ma che restano inammissibili secondo i rigidi principi del behaviorismo e del darwinismo ortodosso.

In questo libro l’autore espone i dati, sempre più numerosi, dell’uso di droghe nel mondo animale, e si cimenta in una dissertazione sulle motivazioni che spingono animali e uomini a drogarsi, avvalendosi anche dei nuovi paradigmi scientifici quali l’Esuberanza Biologica, la Teoria del Caos, il post-Darwinismo, la Non-Località quantistica, aprendo la strada a nuove “teorie della droga”, ritenute dallo stesso autore “magnificamente inaccettabili e proprio per questo coerentemente proponibili”.

Questo articolo è stato pubblicato in Novità sul sito
. Aggiungi ai preferiti: link permanente. I trackbacks sono chiusi ma puoi scrivi un commento.

Un Commento

  1. davide valle
    Pubblicato settembre 3, 2013 alle 10:50 pm | Link Permanente

    Veramente bella la prima versione, ottima la seconda!

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I Campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

  • Search