Mito d’origine huichol del peyote

Huichol origin myth on peyotl

 

Nel seguente racconto mitologico degli Huichol del Messico, raccolto agli inizi del XX secolo,  il peyote viene fatto originare da cocci di vasellame, e nel racconto si possono intravedere influenze cristiane.

Quando il loro grande capo Majakuagy [“Coda di Daino”] ebbe riunito fra le tribù Guachichile i partigiani per andare a fondare il suo regno sui luoghi poco accessibili e naturalmente ben difesi della sierra di Nayarit, egli e i suoi partigiani furono raggiunti dagli avversari delle loro dottrine.

Vennero dispersi e vennero distrutti i loro utensili che servivano per attingere l’acqua e preparare gli alimenti. Gli dei, volendo mostrarsi compassionevoli nei confronti delle sventure di quelli che erano rimasti fedeli ai precetti del Legislatore, procurarono loro il mezzo di continuare la peregrinazione; per questo trasformarono i cocci degli utensili in una pianta meravigliosa, che avrebbe permesso loro di affrontare le marce più penose attraverso il deserto, senza doversi preoccupare delle necessità della vita.

Da: L. DIGUET, 1907, Le “Peyote” et son usage rituel chez les Indiens du Nayarit, Journal de la Société des Americanistes de Paris, n.s., IV(1), pp. 21-29, pp. 25-26.

 

Si vedano anche:

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I Campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

  • Search