Racconto armeno sulla mandragora

Armenian tale on mandrake

 

In Armenia il termine loshtak viene usato per indicare sia la mandragora (chiamata anche manrakor), che la Bryonia alba. Nel presente racconto, che conserva gli elementi di un mito d’origine, loshtak è da intendere come mandragora.

Un giorno un servitore-allievo di nome Loshtak, che era al servizio di un vescovo che era scortese con lui, si vendicò mettendo il fuoco nella sua barba mentre egli dormiva. Il vescovo lo maledisse dicendogli di entrare nella terra; ed egli sparì sotto terra.

Il vescovo se ne rammaricò e desiderò ch’egli servisse come medicamento agli uomini.

Loshtak disse con impertinenza: “allora io sarò preso dalla terra”. L’altro lo maledì una seconda volta, e disse: “Colui che ti tirerà dalla terra sparirà egli medesimo sotto terra.”

Così, per avere quest’erba la si fa tirare da un cane, per mezzo di una corda. Loshtak fa un grido così forte che il cane ne muore.

Da: Eugène Rolland, 1967 (1910), Flore populaire ou histoire naturelle des plantes dans leurs rapports avec la linguistique et le folklore, 7 voll., Éditions G.-P. Maissoneuve et Larose, Paris, vol. VIII, p. 124.

 

Si vedano anche:

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I Campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

  • Search